GRAMÀTIK:

8.2 I pronomi personali
(Vd. Grammatica, p. 166-172).

Nella prima lezione abbiamo introdotto i pronomi personali soggetto nella forma accentata: biar gian ka miss. Questa forma è quella usata in isolamento, per esempio, in risposta alla domanda ber ‘chi’: ber geat ka miss? I, du, er, si, iz, biar, iar, se.
Ci sono, tuttavia, per il pronome personale soggetto, anche altre due forme, quella non accentata preverbale, che occorre in posizione iniziale di frase immediatamente a sinistra del verbo flesso, e quella non accentata clitica, che compare solo in enclisi immediatamente a destra del verbo flesso. Nessuna delle due può essere usata in isolamento, cioè come risposta a una domanda. Quindi, non si può dire: ber geat ka miss? dar, e ancora meno, ar.

La forma non accentata preverbale dei pronomi personali soggetto
Quando si trovano da soli in posizione iniziale di frase alcuni pronomi soggetto, cioè i pronomi della terza persona singolare e plurale e della prima e seconda plurale, assumono la seguente forma non accentata:

Forma
accentata
Forma
non accentata
Esempio
i -- --
du -- --
er, si, iz dar, di, ‘z dar geat ka miss alumma; di schraibet an libar; ‘z loaft durch pa platz
biar
(beråndre)
bar bar håm a schümmaz haus
iar
(eråndre)
dar dar sait hérta spet
se
(seåndre)
da/sa da/sa spiln in kartn

Schau bolau! Se in posizione iniziale si trova un altro elemento le forme suddette non possono essere usate. È sbagliato, quindi, dire: gestarn dar iz gånt ka miss, bisognerà usare la forma non accentata clitica. 


La forma non accentata clitica dei pronomi personali soggetto

La forma non accentata clitica, cioè congiunta con l’elemento che la precede, si usa in questi contesti specifici: a) Nella domanda diretta; b) In inversione; c) Attaccata alla congiunzione che introduce una frase subordinata:
- Nella domanda diretta: Es: Geas-to ka Tria? Umbrómm geat-ar ka Tria?
- In inversione, cioè quando la posizione iniziale della frase è occupata da un altro elemento: Dòpo gian-sa ka schual; pan bintar snaibet-z hèrta; haüt khint-ze di viare.
- Attaccata alla congiunzione che introduce la frase subordinata: Es: I hoffe, azz-ar khemm pazaitn; bal-se khint, gibar daz soi; i vorsmar, bi-bar håm zo khemma odar nèt.
Riassumiamo, quindi, le tre forme del pronome personale soggetto (caso nominativo) per tutte le persone della coniugazione:

Forma accentata Forma non accentata
proverbiale
Forma non accentata
clitica
i -- -(d)e
du -- -do/-to
er, si, iz dar, di, ‘z -ar, -se, -z
biar
(beråndre)
bar -bar
iar
(eråndre)
dar -(d/t)ar
se
(seåndre)
da/sa -sa


La forma accentata e non accentata dei pronomi personali oggetto
Per il caso dativo (oggetto indiretto) e accusativo (oggetto diretto) dei pronomi personali ci sono due forme, quella accentata e quella non accentata clitica.

Schau bolau! Con le preposizioni si usa solo la forma accentata: es.: pitt diar, peng miar, hintar imen.


Persona Caso Forma
accentata
Forma
non accentata clitica
1. Dat. miar
a me
-mar
mi
Acc. mi
me
-me
mi
2. Dat.

diar
a te

-dar/-tar
ti
Acc. di
te
-de/-te
ti
3. Dat.

inen, irn imen
a lui, a lei

-en, -ar, -en
gli, le
Acc. imen, si iz
lui, lei
-en, -se/-ze, -(e)z
lo, la

Persona Caso Forma
accentata
Forma
non accentata clitica
1. Dat. üs
(üsåndarn)
a noi
-az
ci
Acc. üs
(üsåndarn)
noi
-az
ci
2. Dat.

aüch
(aüchåndarn)
a voi

-az
vi
Acc. aüch
(aüchåndarn)
voi
-az
vi
3. Dat.

imen
(åndarn)
a loro

-en
loro
Acc. se
(seåndre)
loro
-se/-ze
li, le

Esercizi

1 - Inserisci il pronome personale soggetto nella forma corretta:
Mòrng putzt di stiage. (iar)
gea ka schual. (i)
Umbrómm izzt nèt di supp. (si)
Dòpo miss gead kan birt. (i)
Mòrng putzan di stiage. (se)
putzan di stiage. (biar)
Benn khears bidrumm vo Slege? (du)
arbatn in balt in gåntz tage. (se)
In gåntz tage arbatn in balt. (se)
Siånka azz pin müde kontar a stòrdja. (i)
haüt håm gearbatet nèt. (biar, iar)
I vorsmar bi iz stokhat. (iz)
Est soin müade, stian da. (iar)
Bal soin trunkhant gea huam. (iar)
Åntånto as rastest, lesmar a stòrdja. (du)
 
soluzioni    verifica
2 - Inserisci il pronome personale oggetto diretto o indiretto nella forma corretta:
Est strele. (i)
Dar vatar lazzt ’z haus, in stall. (iar, biar)
Khoaft basto hast noat. (du)
schraiben nemear! (se)
Bar seng di drai in tages. (biar)
Du khennst sa. (er)
Hoint abas slave ka . (er)
Pitt khimme nèt ka Tria. (iar)
Gib daz djüst. (si)
Dar pua arbatet vor . (si,se)
Bar bokhennen vorå in Platzbirt. (biar)
Azzar gebat z’èzza genumma, snjånklatz neméar. (iz)
Hakh abe a stükhle khes. (i)
Azze sige, khüde . (si, iz, si)
Peng pinne spet. (er)
I khoaft mòrng in libar. (du, er)
Du sist auz traure. (i)
Dar lebet obar du schöllast bol khennen. (iar, er)
Dar tatta haltet gearn sovl azpe . (biar, iar)
 
soluzioni    verifica